Entra anche tu NEL MONDO DI KRILU',
un viaggio nel mio mondo che potrai continuare visitando anche
il mio sito

lunedì 9 aprile 2018

Le due suore


C'erano due suore. Una era Suor Matematica (SM) e l'altra era Suor Logica (SL)
Stava facendosi buio e le due suore erano ancora lontane dal convento.
SM: Hai notato che un uomo ci sta seguendo da esattamente 38 minuti e mezzo? Mi chiedo cosa voglia da noi...
SL: È logico. Ci vuole violentare..
SM: Oh, no! Di questo passo ci raggiungerà in 15 minuti al massimo. Cosa possiamo fare?
SL: La sola cosa logica da fare è camminare più veloce.
 

Poco più tardi...
SM: Non sta funzionando...
SL: Naturalmente non funziona. L'uomo ha fatto la sola cosa logica: ha cominciato a camminare più velocemente anche lui.
SM: E allora cosa facciamo? Di questo passo ci raggiungerà in un minuto!
SL: La sola cosa logica da fare è dividersi: tu vai da questa parte e io da quest'altra. Non può seguirci entrambe.
 

Così l'uomo decide di seguire Sorella Logica.
Sorella Matematica arriva al convento e comincia a preoccuparsi per Sorella Logica.
Infine Sorella Logica arriva.
SM: Sorella Logica! Grazie al cielo sei qui! Cosa è successo?
SL: È successa la sola cosa logica: l'uomo non poteva seguire entrambe e così ha seguito me.
SM: Sì, sì! Ma cosa è successo dopo?
SL: La sola cosa logica: io ho cominciato a correre più veloce che potevo e lui ha cominciato a correre più veloce che poteva.
SM: E?
SL : Ed è successa la sola cosa logica: mi ha raggiunta.
SM : Oh, signore! E tu cosa hai fatto?
SL : La sola cosa logica da fare: mi sono alzata il vestito.
SM : Oh, Sorella! Cosa ha fatto l'uomo?
SL: La sola cosa logica da fare: si è tirato giù i pantaloni.
SM: Oh, no! Cosa è successo dopo?
SL : Non è logico, sorella? Una suora con il vestito alzato corre più veloce di un uomo con i pantaloni abbassati !


E per quelli che pensavano fosse una barzelletta sporca, subito 2 Avemarie...

martedì 3 aprile 2018

Hanno detto: sul tempo


Ho scelto per voi alcuni pensieri ed aforismi sull'inarrestabile passare del tempo, scritti nel corso dei secoli da illustri personaggi, che ci faranno riflettere sull'inesorabilità dello scorrere del tempo, che non può in alcun modo essere fermato.
Avete mai pensato che, quando ci si diverte, il tempo sembra passare più velocemente, mentre quando si soffre le ore paiono non terminare mai?
Quante volte vi siete trovati in una situazione del genere? Io mi ci sto trovando anche adesso.




  Mentre si rimanda la vita passa.
(Seneca)

  La puntualità è la virtù dell'annoiato.
(Evelyn Waugh)

Perduto è tutto il tempo  che in amor non si spende.
(Torquato Tasso)

Lo scopo del lavoro è quello di guadagnarsi il tempo libero.
(Aristotele)

✿ Non amare nè odiare la tua vita, ma il tempo che vivi vivilo bene, lascia al cielo decidere quanto sia breve o lungo.
(Jhon Milton) 

✿ Il tempo è una scusa. Quando si ama una cosa il tempo lo si trova.
 (Dacia Maraini)

✿ Non rimandare a domani quello che potresti fare oggi.
(Benjamin Franklin)


✿ Ho sciupato il tempo e ora il tempo sciupa me.
(William Shakespeare)

Il tempo è un grande maestro. Peccato che uccida tutti i suoi allievi.
(Hector Berlioz)

Quando un uomo siede vicino ad una ragazza carina per un’ora, sembra che sia passato un minuto. Ma fatelo sedere su una stufa accesa per un minuto e gli sembrerà più lungo di qualsiasi ora. Questa è la relatività.
(Albert Einstein)


sabato 31 marzo 2018

Buona Pasqua e Pasquetta





Nonostante tutte le brutture
di questo mondo

auguro a tutti gli amici Blogger

di trascorrere queste Feste Pasquali

in piena serenità.

venerdì 23 marzo 2018

Tempus fugit


Tempo di ieri, tempo di oggi.

 Per tutto il corso della mia vita lavorativa mi sarei sentita molto smarrita senza il mio orologio al polso, che era un po' un "ferro del mestiere", da consultare continuamente, sempre a combattere con l'assillo della puntualità.
E la puntualità è sempre stata una mia irrinunciabile prerogativa: "meglio mezz'ora in anticipo che mezzo minuto in ritardo" era il mio motto.
Da studente correre per non perdere il treno, correre per non entrare in classe dopo il suono della campanella; da lavoratrice correre per timbrare il cartellino in tempo utile, da moglie e mamma correre per riuscire ad incastrare tutti gli impegni di famiglia nel poco tempo disponibile.
Correre ... correre ... correre.
Poi, fattisi grandi i figli e cessata l'attività lavorativa, ho iniziato ad essere insofferente di quel peso al polso, non lo sopportavo più ed ho iniziato dapprima a ficcarlo in borsetta, poi ad appoggiarlo dove capitava e confesso che in questo momento non saprei nemmeno più dove trovarlo.
Ma tanto non lo cerco ...
E poi, se proprio devo sapere l'ora, c'è sempre il cellulare.

"Una briciola d'oro non può 
comprare una briciola di tempo."
 (Proverbio cinese)