Entra anche tu NEL MONDO DI KRILU',
un viaggio nel mio mondo che potrai continuare visitando anche
il mio sito

domenica 1 novembre 2015

Ci si rivede, mi disse qualcuno

In questi giorni di inizio novembre, dedicati alla Commemorazione dei Defunti, voglio ricordare con questi versi di Eugenio Montale, tutti coloro che ci sono stati cari in vita e che, come dicono gli alpini, sono "andati avanti".



Ci si rivede mi disse qualcuno
prima di infilarsi nell'aldilà.
Ma di costui non rammento niente
che faccia riconoscerne l'identità.
Laggiù/lassù non ci saranno tessere
di riconoscimento, non discorsi opinioni
appuntamenti o altrettante futilità.
Lassù/laggiù nemmeno troveremo
il Nulla e non è poco. Non avremo
né l'etere né il fuoco.

da: Quaderno di quattro anni, in Tutte le poesie,
Milano, Mondadori, 1990

(Eugenio Montale)

22 commenti:

  1. Puntuale come sempre, sai portare tutti noi a pensieri che ci toccano sempre. ciao Kri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono apparsi come versi adatti al periodo.

      Elimina
  2. Non sono particolarmente entusiasta di questa poesia di Montale. Ci sento la negazione di tutto, di ogni sentimento, persino del Nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno ha la propria percezione dell'oltre la vita.

      Elimina
  3. Bellissimi versi... Profondi, tristi, ma pieni di senso d'onore...

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io questi versi li percepisco profondi e tristi, Maira.

      Elimina
  4. Versi molto sentiti...bello il quadretto! Ciao, Arianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arianna, questi crisantemi che anche per me sono molto belli li ho trovati in un sito di Tattoo.

      Elimina
  5. Bellissima l'immagine! La poesia purtroppo mi deprime da morire! Io immagino i miei genitori in un posto in cui sono tornati giovani belli e sorridenti!Ma forse io sono rimasta troppo bambina , eppure Montale mi piace ma qui no, mi mette panico e mi toglie la speranza!
    Baci ed un pensiero ai nostri cari che ci hanno lasciato! Tua Thelma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thelma, mi fa piacere che tu abbia apprezzato l'immagine, mentre mi dispiace di averti rattristata con i versi di Montale. Ma per fortuna ognuno è libero di immaginare l'Aldilà secondo il suo sentire.

      Elimina
  6. Ciao Carla, dell'Aldilà in effetti non si sa nulla…ognuno se lo immagina come preferisce o come gli è stato insegnato fin da piccolo…Io amo pensare non ad un luogo, ma ad uno stato di amore e armonia..un abbraccio!!

    RispondiElimina
  7. Ci si rivede...con tutto il cuore.... versi toccanti!
    Buon pomeriggio da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse lo speriamo tutti di poterci rivedere un giorno ,con i nostri cari.
      Grazie per il tuo commento Beatris.

      Elimina
  8. Un poeta che ho sempre apprezzato.
    Un saluto e l'augurio di una lieta serata.

    RispondiElimina
  9. E' la nostra speranza, o , forse, la nostra illusione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speranza o illusione? credo che tutti, in qualche modo, comunque le coltiviamo.

      Elimina
  10. Pensieri molto toccanti che aiutano a sperare nell'aldilà migliore.Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sofia, penso che ci speriamo tutti in un migliore Aldilà.

      Elimina

Vi prego di scusarmi se non sempre riuscirò a rispondervi e Vi ringrazio fin d'ora per la gradita visita e per i commenti che vorrete eventualmente lasciarmi.