Entra anche tu NEL MONDO DI KRILU',
un viaggio nel mio mondo che potrai continuare visitando anche
il mio sito

sabato 10 novembre 2012

Tre uomini in barca (per non parlar del cane)

Questo divertente romanzo, pubblicato  nel 1889, è diventato ormai un classico della letteratura inglese e la vena di umorismo e satira che lo pervade dall'inizio alla fine, lo rende nel suo genere insuperabile.

Titolo: Tre uomini in barca (per non parlar del cane)

Autore: Jerome K. Jerome

Anno di prima pubblicazione: 1889


Può accadere in alcune edizioni italiane di trovare come titolo "Tre uomini in barca (per tacere del cane)" ma è comunque lo stesso romanzo.


Trama:
Per sfuggire allo stress della vita di Londra, tre amici, Jerome, Harris e George, insieme al fox-terrier Montmorency, viaggiano per giorni sul Tamigi, a bordo di una piccola imbarcazione a remi, vivendo sempre nuove e inattese avventure. Un viaggio costellato da una serie di gag comiche sulle gioie e sui dolori della vita in barca, unite a divertenti divagazioni che costituiscono storie a sé stanti, nel miglior stile dello humour inglese e realistiche descrizioni delle regioni attraversate.

E' un romanzo che trasmette buonumore ad ogni riga e si presta veramente per una lettura leggera e divertente e nello stesso tempo ricca di notizie e nozioni.
Anche se è molto probabile che lo abbiate già letto ai tempi della scuola (molte scuole lo proponevano agli studenti) sarà senz’altro una felice riscoperta. Per me è stato così.
 Se poi non avete voglia di comperarlo o di andarlo a cercare in Biblioteca, qui potete trovarlo in ebook.



L'autore:
Jerome Klapka Jerome scrittore e umorista inglese, nacque a Walsall il 2 maggio 1859 e morì a Northampton il 14 giugno 1927. Insegnante, attore e infine giornalista, esordì con due volumi: "I pensieri oziosi di un ozioso" (1886) e il notissimo "Tre uomini in barca (per non parlar del cane)" (1889), che gli procurarono una fama immediata, mettendo in luce le qualità che fanno di lui uno fra i maggiori umoristi inglesi: spontaneità, brio, inventiva, uniti ad una profonda sensibilità psicologica.
Dal 1892 al 1897 pubblicò con Robert Barr la rivista "The Idler" che ebbe notevole successo.
 Alla sua produzione di vena umoristica appartengono inoltre un volume di racconti dal titolo "Narrato dopo cena" (1890); "Tre uomini a zonzo" (1890) divertente resoconto di un viaggio in Germania di tre impiegati londinesi; "Paul Kelver" (1902) un romanzo autobiografico; "Tommy e compagni" (1904); "Loro e io" (1909).
Le opere successive rivelano un mutamento nello spirito dello scrittore che, scosso dagli orrori della prima guerra mondiale, abbandonò la vena umoristica per affrontare temi politici e sociali. Tra queste opere improntate ad uno spirito umanitario e a una critica severa della società del suo tempo sono: "Le vie del calvario" (1919) e un volume di ricordi "La mia vita e il mio tempo" (1926).
Scrisse anche opere teatrali che ebbero minor risonanza e delle quali la più nota è "Il passaggio al terzo piano verso corte" (1907).

Fonte delle notizie sull'autore: Enciclopedia Rizzoli Larousse






40 commenti:

  1. Non l'ho mai letto tradotto in italiano, ma ricordo d'aver letto qualche brano a scuola durante le lezioni di inglese. Ne hanno fatto anche un film, mi pare, tanti anni fa...

    RispondiElimina
  2. Ciao Krilù, quanto mi era piaciuto questo libro..letto parecchi anni fa, quasi quasi vado a rileggerlo!
    Un abbraccio, buona domenica!
    Carmen

    RispondiElimina
  3. Ottima ed esauriente recensione.
    Sereno week end.

    RispondiElimina
  4. Grazie della segnalazione kry, andrò a leggerlo.

    Bacioni e buona domenica.

    RispondiElimina
  5. ottima presentazione di un autore a me sconosciuto,grazie Krilù,un abbaccio

    RispondiElimina
  6. Il ricordo di due grandi umoristi inglesi, J.K.Jerome e P.G.Wodehouse mi accompagna da tanti anni.
    E'questa l'occasione per cercare nel caos dei miei libri "Tre uomini in barca" e l'altro libro
    ("Tre uomini a zonzo", ricordo bene?) e rileggerli alla ricerca di quello spirito di allegria
    che mi è un po' inevitabilmente scemato col decorrere del tempo.

    RispondiElimina
  7. Un pizzico di allegria in questo periodo è quel che ci vuole. Buona serata Kri!

    RispondiElimina
  8. Ciao Krilù, proprio come hai scritto, ricordo di averlo letto ai tempi della scuola.
    E che risate!
    Dovrei proprio rileggerlo, saggio consiglio, il tuo.
    Buona serata e grazie,
    Lara

    RispondiElimina
  9. Ciao Krilù grazie per questa tua presentazione
    un p'ò di buonumore non guasta mai
    buona domenica.

    RispondiElimina
  10. l'avevo letto quando ero ragazzina,ma a dir la verità ricordo poco e male di questo racconto...
    buona domenica

    RispondiElimina
  11. sembra proprio che abbiamo gli stessi gusti in fatto di libri. ho letto anche questo e ne ho un ricordo positivo ;-)

    buona domenica

    RispondiElimina
  12. ciao
    ho letto questo libro tempo fa. Bello. Libro da rileggere.

    RispondiElimina
  13. Ne ho un fugace ricordo per estratti che ne lessi da ragazzo. Lo cercai a lungo, senza trovarlo, all'epoca...

    RispondiElimina
  14. Ricordi bene Lella. Da questo romanzo nel 1956 fu tratto un esilarante film per la regia di Ken Annakin con Lisa Gastoni, Shirley Eaton, David Tomlinson, Jill Ireland, Laurence Harvey, Jimmy Edwards.

    RispondiElimina
  15. Fai bene a rileggerlo Carmen; di questi tempi un po' di buonumore non guasta.

    RispondiElimina
  16. Grazie Cavaliere.
    Buona pomeriggio.

    RispondiElimina
  17. E' stato un piacere Gianna.
    Bacione domenicale.

    RispondiElimina
  18. Ne sono lieta Graziella.
    Ricambio l'abbraccio.

    RispondiElimina
  19. Ha fatto bene Costantino a ricordare insieme a Jerome anche Wodehause, un altro autore di impareggiabile arguzia.

    RispondiElimina
  20. Simo, come dice il proverbio "il riso fa buon sangue" e di questi tempi tutti abbiamo bisogno di ridere.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  21. Certo Tiziano, qualche volta potremmo pure chiudere la porta in faccia alle disastrose notizie che la TV ci propina di continuo ed isolarci in un paio d'ore di sano buonumore.
    Buon pomeriggio di domenica.

    RispondiElimina
  22. Lu, è una lettura leggera e divertente e credo che anche tu, proprio come me, abbia bisogno di qualche momento di divertente relax.
    Un caro abbraccio.

    RispondiElimina
  23. L'ho notato anch'io Pupottina, e mi fa piacere condividere i tuoi gusti letterari.
    Buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  24. Ciao Adriano, ora hai l'occasione per rileggerlo andando sul link che ho segnalato nel post.

    RispondiElimina
  25. Krilù, scusa se mi intrometto come O.T.
    Ma ho notato che a volte qui da te e forse .. chissà... anche altrove, i miei commenti spariscono:)
    Non che siano speciali, tutt'altro.
    Ma potresti gentilmente controllare se sono finiti nello spam?
    Ti confesso di essere curiosa:)
    Scusa e grazie.
    Lara

    RispondiElimina
  26. Di lui ho letto non solo Tre uomini in barca, ma anche Tre uomini a zonzo. Entrambi con quell'umorismo sottile che risulta estremamente esilarante. e Li ho letti in età adulta.

    RispondiElimina

  27. ╔═════╗░░░░░░░░░╔═════╗_/)/¯/)
    ║░╔═╗░║░░░░░░░░░║░╔═══╝¯\)\_\)
    ║░╚═╝╔╬╦╦═╦═╦╦═╗║░╚═══╦═╦═╦═╗
    ║░╔═╗╚╣║║▓║║║║▓║╚═══╗░║═╣▓║▓║
    ║░╚═╝░║║║▓║║║║╦║╔═══╝░║═╣═╣╦║
    ╚═════╩═╩═╩╩═╩╩╝╚═════╩═╩╩╩╩╝
    ──────────────────────
    ───────▄▄▄────────────
    ─────▄▀░▄░▀▄──────────
    ─────█░█▄▀░█──────────
    ─────█░▀▄▄▀█▄█▄▀──────
    ────▄▄█▄▄▄▄███▀─────── GOIOSA SETTTIMANA!! ☆★¸.•°¤ ^v^

    RispondiElimina
  28. @ Marina Salomone
    se avrai occasione di leggerlo sono certa che anche tu lo troverai divertente.
    Buona settimana

    RispondiElimina
  29. Lara, hai fatto bene ad avvertirmi così sono andata a spulciare fra lo spam ed infatti ho scovato il tuo commento, (che ora è tornato al suo posto .
    La stessa cosa era già accaduta tempo fa quando mi avevi fatto notare la scomparsa di un altro tuo commento e, cercando quello, ne avevo trovato diversi altri nella cartella spam.
    Non capisco perché questo accada, fatto sta che ogni tanto capita, sia ai vostri commenti nel mio blog che ai miei commenti in altri blog.
    Io ogni tanto vado a controllare ma, se dovesse accadere di nuovo ti prego di segnalarmelo.
    Ti ringrazio e ti auguro un buon inizio settimana.

    RispondiElimina
  30. Ambra, pure "3 uomi a zonzo" l'ho letto anch'io, ma talmente tanto tempo fa che nemmeno me ne ricordo più la trama. Credo che dovrò rinfrescarmi la memoria.

    RispondiElimina
  31. Grazie Mirta, anche per questo simpatico elaborato.
    Buona settimana pure a te.

    RispondiElimina
  32. Grazie a te, cara Krilù.
    Ogni tanto capita, chissà perché...
    Ciao e buon inizio settimana anche a te.
    Un abbraccio,
    Lara

    RispondiElimina
  33. Me lo ricordo! L'avevo letto a scuola e mi era piaciuto molto, al punto che poi sono andata a comprarmi Tre uomini a zonzo, ce l'ho ancora nella libreria, in bella vista!

    RispondiElimina
  34. Grazie per il tuo commento Marshall. Come ho già detto ad Ambra, vedrò di trovare e rileggere anche "3 uomini a zonzo".

    RispondiElimina
  35. Oh sì, ricordo. E mi hai fatto venire voglia di cercarlo...nel gran caos di questa stanza e di quell'altra!

    RispondiElimina
  36. Anche tu sepolta dai libri, Sandra?

    RispondiElimina
  37. Se te ne capiterà l'occasione leggilo SweetColours: ti farà sorridere.

    RispondiElimina

Vi prego di scusarmi se non sempre riuscirò a rispondervi e Vi ringrazio fin d'ora per la gradita visita e per i commenti che vorrete eventualmente lasciarmi.