Entra anche tu NEL MONDO DI KRILU',
un viaggio nel mio mondo che potrai continuare visitando anche
il mio sito

giovedì 11 ottobre 2012

Proverbi e modi di dire in dialetto romagnolo sul bere

E' da diverso tempo che non vi "propino" proverbi e/o modi di dire nel mio dialetto e stavolta ve ne propongo una nutrita serie tutti dedicati al bere.
 Forse è il caso di sottolineare che in Romagna, quando si parla semplicemente del "bere" (e' be) è sottinteso che si parla di vino.


✿ Se t'vu stê ben, mâgna fôrt e bev de' ven.
Se vuoi star bene, mangia molto e bevi vino.

✿ Dop avé dbù ignon e' vô dí la sù.
Dopo aver bevuto ognuno vuol dire la sua.

✿ Un got e' fa ben, dù i n'fa mêl, u t' sagàta un buchêl.
Un gotto fa bene, due non nuocciono, ti rovina un boccale.

✿ Una bona dbuda la t' fa rómpar mej l'êria e la t' fa vdé e' mond pió bël.
Una buona bevuta ti fa romper meglio l'aria e ti fa vedere più bello il mondo.

✿ S't'vù gudé la sanitê e' ven t'é da dacvê.
Se vuoi godere salute dovrai innaffiare il vino.

✿ Se t' biv de' ven dla fôrza t' in ciaparé, ma se trop t'an biré la fôrza t' pirdaré.
Se bevi vino prenderai forza, ma se troppo ne berrai la forza perderai.

✿ Mej puzê 'd ven che 'd zera.
Meglio puzzare di vino che di cera.

✿ L'uva ad muntâgna chi n' la pêga u n' la mâgna.
L'uva di montagna chi non la paga non la mangia.

✿ Legna verda, pan cun la mofa e ven fôrt e pu l'è un mirêcul s'a n sò môrt.
Legna verde, pane con la muffa e vino forte (acido) e poi sarà un miracolo se non sono morto.

✿ La mela cruda la s' tira drì una dbuda, la mela cota la n' tira drì una ciòpa.
La mela cruda si tira dietro una bevuta, la mela cotta se ne tira dietro due.

✿ L'acva la fa mêl, e' ven e' fa cantê.
L'acqua fa male, il vino fa cantare.

✿ I pez fiur j è cvi de' ven.
I peggior fiori sono quelli del vino.

✿ E' ven l'è la tetta di vécc.
Il vino è la poppa dei vecchi.

✿ E' sugh dla vída l'arvena la vita, chi trop u n' birà la vita u s'arvinarà.
Il succo della vite rovina la vita, chi troppo ne berrà, la vita si rovinerà.

✿ E' ris e' nëss int l'acva e e' vô murì int e' ven.
Il riso nasce nell'acqua e vuol morire nel vino.

✿ E' cómar cvand che vèn e l'uva cvand ch'la va.
Il cocomero a sua stagione e l'uva a stagione tarda.

✿ De ven bon se t' biré e' tu sangv t'arnuvaré.
Se berrai vino buono, rinnoverai il tuo sangue.

✿ Contra i pinsìr un gran rimédi l'è e' bichìr.
Contro le preoccupazioni un gran rimedio è il bicchiere.

✿ Bev e' ven e lassa andê l'acva a e' mulen.
Bevi vino e lascia andare l'acqua al mulino.

✿ Par Sân Martèn u' s'imbariêga grend e znèn.
Per San Martino s'ubriacano grandi e piccini.




53 commenti:

  1. Simpatico questo post Krilù...
    anche se con l'educazione alimentare e il tipo di vita che si conduce oggi...molti sarebbero da "rivedere"!
    Simpaticissimo però il penultimo
    "Bevi vino e lascia andare l'acqua al mulino"...come molto simpatica è la vignetta in fondo.
    Ciao e buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Molto bello cara Krilù sentire i vecchi proverbi, purtroppo non si sentono spesso dire! peccato perché erano molto giusti e simpatici da ascoltare. ciao e buona giornata.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Adoro i modi di dire dell'Emilia-Romagna! Sono così coloriti!

    RispondiElimina
  4. simpatici proverbi...ho immaginato subito alcuni miei clienti anziani che li dicono !!!

    RispondiElimina
  5. molto interessanti i tuoi post sui proverbi e modi di dire...ma per fortuna(?),io sono astemia!^_^
    Buona giornata

    RispondiElimina
  6. Krilù i modi di dire hanno sempre la loro verità. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. ho dovuto leggere la traduzione, ma ci ho trovato grandi pillole di saggezza!!!

    RispondiElimina
  8. Mi piace il dialetto romagnolo e mi fa ricordare i bei tempi in cui sfottevo mia madre ferrarese per il suo dialetto. Ricordo la filastrocca “Tri putin sott’una scrana, din don - campanon; la campana d’fra’ Simon la cantava nott e dì”. :-)
    Ciao buona giornata, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  9. Sembra di sentire il mosto che bolle nelle botti....io sono nata in un paese famoso per il vino.
    Buona serata Krilù un abbraccio Rita

    RispondiElimina
  10. Mi piacciono sempre molto i tuoi proverbi, primo perché sono in lingua originale che ha un suono molto musicale e secondo perché c'è la traduzione e senza questa, a volte non capirei nulla.

    RispondiElimina
  11. Ciao Krilù bellissimi questi proverbi in dialetto sono più simpatici.

    RispondiElimina
  12. ciao..davvero dei simpatici proverbi...parlare di vino mette allegria anche per chi non beve come me...grazie per questi proverbi ..
    un sorriso..luigina

    RispondiElimina
  13. Simpaticissimo questo post, e anche molto istruttivo! Ah, la saggezza popolare!

    RispondiElimina
  14. simpatici i proverbi, e poi espressi in un dialetto molto musicale si apprezzano ancor di più
    un abbraccio Krilù

    RispondiElimina
  15. simpaticissimo il post,...le persone di una volta:molto sagge...buon fine settimana:)

    RispondiElimina
  16. Troppo belli e simpatici questi proverbi......grazie Krilù e buon week end!

    RispondiElimina
  17. Hai ragione Pino, al giorno d'oggi sarebbero proprio da rivedere, soprattutto a causa della "patente a punti" ah ah.
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  18. Ciao Tomaso. I proverbi avevano sempre tracce di verità, specie legate ai tempi passati.
    Ti auguro un sereno fine settimana.

    RispondiElimina
  19. Adriana, voce di popolo, voce di Dio, si diceva un tempo.

    RispondiElimina
  20. Ciao Marina. Infatti sono gli anziani ad essere ancora legati a questi detti.

    RispondiElimina
  21. Anch'io Lu sono astemia, anche se non per mia scelta, perché sono allergica all'alcool.
    Dormi serena e goditi un lieto week end.

    RispondiElimina
  22. Si Sofia, sono certamente scaturiti dalla saggezza popolare, riferiti ad un determinato stato di cose di allora.
    Ricambio l'abbraccio.

    RispondiElimina
  23. Pupottina, la traduzione non poteva mancare, altrimenti i non romagnoli come avrebbero potuto capire?

    Kiss.

    RispondiElimina
  24. Enrico, ferrarese e romagnolo sono abbastanza simili, perciò presumo che tu abbia capito tutto, no? :)))

    RispondiElimina
  25. Rita, questo è proprio il periodo in cui il mosto ribolle nei tini e forse è per questo che ho scelto questo argomento.
    Ricambio l'abbraccio.

    RispondiElimina
  26. Grazie Ambra. Ovvio che la traduzione era assolutamente indispensabile metterla.

    RispondiElimina
  27. Grazie Tiziano. Io amo molto i dialetti, perché è nel dialetto che affonda le sue radici la cultura popolare.

    RispondiElimina
  28. Grazie a te, Luigina, per il tuo gradito commento.
    Ti auguro un sereno fine settimana.

    RispondiElimina
  29. Lieta che tu l'abbia apprezzato, Marshall. Grazie.

    RispondiElimina
  30. Ti ringrazio molto Graziella e ti abbraccio.

    RispondiElimina
  31. Ciao Tina, grazie per il tuo commento.
    Buon week end.

    RispondiElimina
  32. Sono io che ringrazio te, Tito, per la visita e per il commento.
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  33. Simpatico post e grande saggezza popolare.
    Serena notte.

    RispondiElimina
  34. Krilù, stavo perdendomi questo post.
    Adoro quando metti i proverbi romagnoli. Li capisco benissimo.
    Ma evo dire che solo uno ricordo di averlo sentito dalle mie parti, almeno quando ero bambina ed è questo:
    L'acva la fa mêl, e' ven e' fa cantê.

    Grazie Krilù e buona domenica!
    Lara

    RispondiElimina
  35. Alcune immagini evocate sono di grande efficacia!

    RispondiElimina
  36. Peccato che il vino non mi piaccia! Bellissimi come sempre!
    :-)

    RispondiElimina
  37. Non sono d'accordo sul "contro le preoccupazioni un gran rimedio è il bicchiere" meglio non abusare di alcoli e superalcolici
    Ciao cara e chissà dove finiscono i commenti....mistero!

    RispondiElimina
  38. Saggezza contadina. Grazie Cavaliere.

    RispondiElimina
  39. Che siano proverbi fatti ad uso e consumo di chi ama il vino? :)))
    Ciao Lara.

    RispondiElimina
  40. Ciao Sweet, forse dalle tue parti ci sono proverbi diversi.

    RispondiElimina
  41. Ciao Adriano, grazie del tuo commento.

    RispondiElimina
  42. Peccato davvero, almeno secondo il metro di giudizio di questi proverbi.
    Ciao Sara.

    RispondiElimina
  43. Sono d'accordo anch'io con te Simo, ma evidentemente una volta non la pensavano così e il bere era una consolazione, e temo che per molti lo sia anche adesso.
    Io invece preferisco consolarmi con la cioccolata. :))

    RispondiElimina
  44. Io amo il buon vino, mi piace annusarlo e assaporarlo. Non sono una regolare bevitrice ma in buona compagnia un paio di buoni bicchieri mi fanno felice.
    Questa stagione mi riporta profumi d'infanzia: l'odore della terra battuta che costituiva il pavimento della cantina e e quello delle damigiane, del mosto....

    RispondiElimina
  45. Anch'io amerei il buon vino, Sandra, ma purtroppo sono costretta ad essere astemia, a causa di un'allergia all'alcool. Solo a Capodanno mi concedo un brindisi con un minuscolo sorso di spumante.
    E anch'io ricordo quanto mi piaceva annusare quell'odore particolare che permeava la cantina, con le grandi botti del vino vecchio e il mosto che ribolliva nel tino, per preparare il vino nuovo.
    E mi rendo conto sempre più di quante volte combacino i nostri ricordi "campagnoli" emiliano-romagnoli.

    RispondiElimina
  46. fioridizagara.blogspot.it18 ottobre 2012 14:53

    ciao sono cettina complimenti ed auguri.Ciao

    RispondiElimina
  47. Benvenuta Cettina e grazie per la visita. Spero di rivederti presto.

    RispondiElimina
  48. Accipicchia quanti c'è ne sono! Ne conoscevo solo due o tre, ma non certo in dialetto.....il vino bisognerebbe bello, nella giusta maniera... Noi non se ne fa molto uso: mio marito è quasi astemio, e anche uno dei due figli. A me piace molto il vino rosso, e dolce....ma se devo bere da sola, ne faccio a meno...come dice Sandra, magari in compagnia si beve meglio un buon bicchiere di vino.
    Ancora cari saluti, e grazie per questa carrellata

    RispondiElimina
  49. ....quanti ce ne sono!!! La tastiera spesso fa da padrona e , nella fretta non me ne accorgo....

    RispondiElimina
  50. Paola, io non faccio testo perché sono astemia causa allergia all'alcool, ma se potessi bere un buon bicchiere di vino in compagnia non mi dispiacerebbe berlo.
    Baciotti.

    RispondiElimina

Vi prego di scusarmi se non sempre riuscirò a rispondervi e Vi ringrazio fin d'ora per la gradita visita e per i commenti che vorrete eventualmente lasciarmi.