Entra anche tu NEL MONDO DI KRILU',
un viaggio nel mio mondo che potrai continuare visitando anche
il mio sito

domenica 24 ottobre 2010

Autunno: tempo di zucca


Tipico ortaggio autunnale, la zucca è la bacca di una pianta che appartiene alla vastissima famiglia delle Cucurbitacee ed è originaria dell'America Centrale.

Di vari colori, forme e dimensioni , la zucca è molto allegra e decorativa e, intagliata a forma di faccia ghignante è legata alla notte di Halloween di cui è diventata il simbolo.



In cucina viene impiegata in varie preparazioni sia salate che dolci per via del suo sapore dolciastro e nella gastronomia mantovana e ferrarese è l'ingrediente principe dei famosi tortelli di zucca.
La polpa è ottima anche come semplice contorno, fatta a pezzetti e cotta a vapore per 25 minuti, oppure tagliata a fette e cotta al forno per 20 minuti a 200°.

Le specie solitamente utilizzate in cucina sono la Cucurbita maxima e la Cucurbita moschata dette "zucche invernali" perché si raccolgono in autunno e, grazie alla loro grossa buccia, si conservano a lungo anche durante l'inverno, purché poste in luogo buio, fresco e asciutto.

Dal punto di vista nutrizionale, la zucca è una vera e propria miniera di vitamine, soprattutto Vit. A e Vit. C ed è particolarmente ricca di sali minerali, quali il calcio e il sodio.
Grazie al suo limitato apporto calorico (18 Kcal/100 g.) e alle sue spiccate proprietà diuretiche e rinfrescanti è molto indicata nelle diete dimagranti.




CREMA DI ZUCCA CON ERBA CIPOLLINA

Per 4 persone:
500 gr di zucca già pulita,
500 gr di patate sbucciate,
mezzo litro di latte caldo, *
1 cucchiaio di erba cipollina tritata (o anche secca),
un pizzico di noce moscata,
sale q.b.

Tagliare la zucca a pezzetti e sbucciare le patate.
Cuocere a vapore zucca e patate per circa 25 minuti, poi ridurle in purè. Metterle in una casseruola ed aggiungere parte del latte, l’erba cipollina e la noce moscata. Regolare di sale, e fare cuocere a calore moderato per circa 20 minuti, mescolando con un cucchiaio di legno in modo da amalgamare bene tutti gli ingredienti e aggiungendo gradualmente altro latte caldo fino a raggiungere la densità desiderata.
Servire la crema calda con parmigiano grattugiato ed eventualmente accompagnata da crostini.

* La dose di latte è indicativa, secondo il gusto personale. Per una crema più liquida, aumentarne la quantità.



FAGOTTINI DOLCI DI ZUCCA

Per 4 persone:
gr. 500 di pasta sfoglia (anche surgelata),
gr. 500 zucca gialla sbucciata,
gr 100 uva sultanina,
gr 50 pinoli,
gr. 300 marmellata di albicocca,
1 tuorlo d’uovo,
gr. 150 zucchero,
2 chiodi di garofano

Tagliare a pezzettini la zucca gialla, poi farla cuocere insieme ai pinoli, alla marmellata, all’uvetta e ai chiodi di garofano per 5 minuti.
Ritagliare dei quadrati con la pasta sfoglia e riempirli con il composto tiepido, poi chiudere la pasta in modo da formare dei fagottini, a forma di caramella.
Spennellarli con tuorlo d'uovo sbattuto e spolverizzare con lo zucchero.
Infornare in forno preriscaldato a 200° per circa 20 minuti, fino a quando saranno dorati.



MARMELLATA DI ZUCCA

Ingredienti:
Kg. 1 di polpa di zucca,
g. 350 di zucchero,
g. 15 di cannella,
1 limone biologico,
1 bicchierino di liquore,
1 pizzico di noce moscata.

Occorre una bella zucca dalla polpa gialla e soda.
Togliere la scorza e i semi alla zucca, e tagliare la polpa a pezzetti, poi metterla in una pentola d’acciaio e aggiungere lo zucchero. Incoperchiare e lasciare macerare per tutta la notte in un luogo fresco (almeno 12 ore).
Trascorso il tempo di macerazione, mettere la pentola sul fuoco, con una retina spartifiamma, e aggiungere il succo e la scorza grattugiata del limone, la noce moscata e la cannella. Fare cuocere a fuoco dolce per circa un’ora, poi togliere dal fuoco, passare al setaccio e infine aggiungere il liquore mescolando bene.
Invasare immediatamente nei vasetti di vetro. Chiudere con i coperchi e capovolgere i vasetti poi, quando si saranno raffreddati, metterli in una pentola con acqua fredda che li ricopra completamente. Portare ad ebollizione e fateli bollire per 20-25 minuti, poi spegnete e fate raffreddare il tutto.
Asciugate i vasetti di marmellata e poneteli in un luogo fresco, buio e asciutto.



SEMI DI ZUCCA TOSTATI

Anche i semi della zucca, salati e tostati, sono ottimi, da sgranocchiare come passatempo.
Sono chiamati bruscolini o brustoline.

Innanzitutto occorre sciacquare i semi di zucca sotto l'acqua fredda e ripulirli bene dai residui della polpa. Questa operazione sarà più facile se avete rimosso i semi dalla zucca, prima che la polpa si asciughi.
Stendere bene i semi di zucca in un unico strato su un foglio di carta da forno.
Cospargere di sale e tostare in forno a 160 gradi per circa 25 minuti, rimescolando e controllando ogni 10 minuti.
Lasciarli raffreddare prima di consumarli.
Ovviamente si mangia solo l'interno, eliminando la buccia esterna.


23 commenti:

  1. che buona la zucca.
    Mi piace molto.

    RispondiElimina
  2. ecco, invece a me no...non riesco a mangiarla.
    Interessante però tutto ciò che hai scritto.ciaoo Krilu'

    RispondiElimina
  3. un post interessante e colorato! Grazie di essere passata ma ti sei dimenticata di ritirare il premio che avevo preparato per tutti voi! Ripassa nel mio 2° blog quello delle memoriedigabe

    Ti aspetto cara, un bacione grande e grazie

    RispondiElimina
  4. Krilù, ottime ricette.
    A me la zucca piace soprattutto con il risotto.

    RispondiElimina
  5. Ecco un ortaggio che io conosco poco..perchè in famiglia è stato poco usato... ma devo dire che a me piace quindi è un piacere leggere queste ricette e magari provarle^_^

    RispondiElimina
  6. Belle queste ricette con la zucca.
    Io adoro gli gnocchi con la zucca conditi con burro, salvia e grana!
    Ciao

    RispondiElimina
  7. La foto di apertura è S-T-U-P-E-N-D-A-
    E' tua?
    E le ricette...una piccola enciclopedia di golosità.
    Quanto mi piacciono i semi di zucca tostati e salati. Erano il tipico snack "da cinema" quando ero piccola io. ne mangiavo tanti da rendere insensibili le labbra a cusa del sale!
    Buon lunedì. Qui diluvia.

    RispondiElimina
  8. Che bello! tutte ricette nuove che non conoscevo!!! Le provo subito!

    RispondiElimina
  9. Mi piace molto la zucca. La prima volta che l'ho assaggiata, dentro ai tortelli, è stato a casa di un'amica di Carpi, tanti tanti anni fa.E poi ho continuato a mangiarla. Grazie per le tue ricette Krilù, alcune le conoscevo, altre no (i fagottini mi attirano molto). Qui nella mia zona i brustolini si chiamano "anime" e i chioschi della piadina vendono già da anni i crescioni con zucca e patate. Ciao

    RispondiElimina
  10. @ Roby = bene, allora puoi provare queste ricette, se già non le conosci.

    RispondiElimina
  11. @ Carla = siccome è piùttosto dolciastra, a me piace più nelle preparazioni dolci che in quelle salate.

    RispondiElimina
  12. @ Graziella = Sono stata interrotta strada facendo, fra un blog e l'altro. Ora arrivo e prelevo. Grazie.

    RispondiElimina
  13. @ Stella = a me piace tagliata a pezzetti e cotta nel forno.

    RispondiElimina
  14. @ Titty = nemmeno in casa mia veniva molto usata, ma ora la utilizzo più spesso perchè a mia figlia piace molto. Non ho ancora provato i fagottini dolci ma mi riprometto di farli prossimamente.

    RispondiElimina
  15. @ Elena = Non sapevo si potesse usare anche per fare gli gnocchi, ma adesso li proverò.

    RispondiElimina
  16. @ Sandra = Purtroppo la foto non è mia, l'ho "presa in prestito" lo scorso anno su Tinypic :)))

    Quanto ai semi di zucca tostti ... anch'io proprio come te. Fra l'altro la mia mamma li faceva tostare nel forno della cucina economica, così me ne riempivo le tasche e ne mangiavo a chili.

    RispondiElimina
  17. @ Marina = Mi fa poacere di averti fornito ricette nuove. Buon appetito!

    RispondiElimina
  18. @ Ninfa = Anch'io sono ben orientata verso i fagottini dolci, che non ho ancora provato, ma che proverò al più presto, mentre non è che io vada pazza per i tortelli di zucca, per quel loro sapore un po' dolciastro, però li mangio ugualmente.
    Ma lo sai che anche nella mia zona, gli anziani chiamano le brustoline "anime", in dialetto? Saremo mica della stessa zona? :)))

    RispondiElimina
  19. Ciao Louise!Bella e buona la zuzza! E favolosi i tortelli di zucca piatto tipicamente mantovano! Ciao Bacioni tua Thelma

    RispondiElimina
  20. Ciao Thelma. Si, ricordo che una volta avevi messo la ricetta dei tortelli di zucca nel mio forum.
    Bacio della buonanotte.

    RispondiElimina
  21. Concordo con Rita B, i famosissimi tortelli di zucca che nel modenese fanno da stenderti per sapore insieme alla delicata dolcezza!!!
    Con immancabile aceto balsamico...quello vero..no quelle brode da supermercato!!
    Mentre per i semi di zucca io adoro ciancicare anche le bucce, da buona capretta che adora il salato dei semi non butto nulla!!!!
    Anche io come Marina che fà menzione ai pomeriggi al cinema ne ho ricordo!!
    Specialmente in Romagna dove i primi cinema li gestivano i preti e il ciclo immancabile era...
    ZORRO!!!!!
    Ciao Simpatia!!! vedi tè cosa può scaturire una semplicissima ricetta!!! valanghe di ricordi!!

    RispondiElimina
  22. ooopsss!!!
    Mi correggo !! E' Sandra che ha parlato di cinema!!! Scusate !!!

    RispondiElimina
  23. Eh Bruna è proprio vero che anche dalle cose più semplici o banali scaturiscono i ricordi.
    Anche a me le brustoline (semi di zucca salati e tostati) fanno venire in mente le domeniche pomeriggio al cinema parrocchiale, a guardare film decrepiti, rosicchiando come un topino, e quando lasciavo il posto, sotto i miei piedi c'era un tappeto di bucce scricchiolanti.

    Baciottoli, carissima.

    RispondiElimina

Vi prego di scusarmi se non sempre riuscirò a rispondervi e Vi ringrazio fin d'ora per la gradita visita e per i commenti che vorrete eventualmente lasciarmi.