Entra anche tu NEL MONDO DI KRILU',
un viaggio nel mio mondo che potrai continuare visitando anche
il mio sito

sabato 22 gennaio 2011

"Il vento e la rosa" di Francesco Baldassi

In queste ultime settimane ho ricevuto alcuni graditi doni, che desidero mostrarvi. Doni preziosi, provenienti da persone che considero speciali, e ad ognuno dei quali dedicherò un apposito post.

Eccomi a raccontarvi del primo:




"Il vento e la rosa"
ultima silloge poetica del poeta romano
Francesco Baldassi
Edizioni Tabula Fati (2010)


Era proprio la vigilia di Natale quando mi è stato recapitato tramite posta quello che ho accolto come un prezioso dono natalizio, da parte di Francesco Baldassi, poeta e scrittore romano che ho avuto l'onore e il piacere di conoscere, sia pur solo in maniera virtuale, grazie all'amica Carla Colombo e al suo blog La vostra arte.

E' infatti attraverso la vetrina a lui dedicata nel suddetto blog, che ho avuto modo di conoscere ed apprezzare la sua poetica, colta e profondamente incisiva, che ho poi potuto approfondire grazie ad alcune delle sue ultime sillogi di poesia.

Una persona dotata di grande sensibilità e umanità, Francesco Baldassi, oltre che - lui sì - Poeta per davvero, della cui attenzione e considerazione mi sento molto onorata e che ancora, voglio con gratitudine ringraziare, per il lusinghiero giudizio che ebbe ad esprimere sul mio scrivere in versi, in occasione della vetrina dedicatami da Carla sul già citato blog.


Di questa sua ultima silloge, un canto amoroso a due voci fra sposo e sposa, vorrei offrirvi un piccolo assaggio, riportando questi suoi eleganti, limpidissimi versi:



Vagabondo
SPOSO


Vagabondo dentro l’universo
del pensiero,

raccolgo tutto il peso della vita.

Ma tu ricorda, amore:

solo per te oggi mi accingo
a conquistare le costellazioni
per indicarti il cuore di una stella
che abita l’infanzia della vita.

E cometa sarò
quando avrò dilatato i confini
ai limiti del cosmo
navigando lo spazio dissepolto
della felicità.



Brusio


SPOSA


Oggi,
per ridonare tutto il mio sorriso
ai sussulti del cuore
traggo dal vento l'alito
della memoria antica.

Ma intera, lentamente
la mia costanza,
scivolando sul bordo degli attriti,
occultamente inquieta la presenza
di un dì morente.

M'affido allora
all'attimo cruciale del pensiero,
per inoltrarmi
dentro il brusio del buio
che già si addensa attorno
alla vicina notte.





Una simpatica coincidenza che mi piace sottolineare è che l'immagine che appare sulla copertina del libro è una fotografia scattata ed elaborata da Nina Grioli, un'amica di forum di vecchia data, appassionata fotografa dilettante (ma definirla dilettante è veramente riduttivo, come potete constatare clikkando sul link).



Grazie Francesco!

18 commenti:

  1. Complimenti,sono dei bellissimi doni!

    Ciao Krilù,buon fine settimana!

    RispondiElimina
  2. stupendo Krilu'..sono felcie che ti sia arrivata l'ultima fatica di Francesco.
    Avevo parlato di questo bel connubio anche sul mio blog... Francesco e Nina ne erano rimasti entusiasti....ed ora, dopo il tuo, lo saranno ancora di più.
    ciaooo bacione

    RispondiElimina
  3. Ciao Krilù,bellissimi doni a una persona che merita.
    Buon fine settimana cara.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  4. Congratulazioni cara Krilù tutto quello che hai avuto è stato pienamente meritato...
    Buona serata cara amica,
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Bellissimo dono per una bellissima persona! Buona domenica cara Krilù

    RispondiElimina
  6. Un dono bellissimo: stupende le due poesie, suadenti e piene di sensibilità.
    Ciao cara Krilù: ti auguro di trascorrereuna buona domenica..

    RispondiElimina
  7. Un dono davvero molto bello che tu meriti pienamente

    RispondiElimina
  8. Ciao carissima

    Questi dono sono solo l'oggetto in questione della bella persona che sei!

    Un bacio! ;o) NI

    RispondiElimina
  9. Molto belle le poesie ma anche la fotografia di Nina Grioli. Un regalo splendido. Ciao, buona domenica!!

    RispondiElimina
  10. splendido regalo,belle poesie,mi rallegro per te,un bacio,buona domenica

    RispondiElimina
  11. Grazie per non custodire questi doni gelosamente tutti per te, e per condividerli con noi...
    " Traggo dal vento l'alito
    della memoria antica"...
    Verso stupendo... a volte sono i ricordi piu' belli a salvarci...
    Buona domenica.
    Dony

    RispondiElimina
  12. ciao..bellissime poesie... un caro abbraccio..ciao..luigina

    RispondiElimina
  13. versi bellissimi, ora vado ad approfondire...Un caro saluto, scalpito di leggere gli altri post ;)

    RispondiElimina
  14. Altro splendido dono...(sto andando a ritroso...) hai postato degli splendidi versi, meritevoli di attenzione. Grandi lodi al poeta Baldassi e non posso fare a meno di dire altrettante all'autrice di quel "clic" di copertina, Nina Grioli.
    Un abbraccio, alla prossima!

    RispondiElimina
  15. baldassi francesco30 gennaio 2011 17:17

    carissima Krilu, per ringraziarti della tua gentilezza per l'inserimento del mio libro, ti ho risposto ieri con un brevissimo commento. Ma potrei anche essermi sbagliato a cliccare per postarlo.
    Vorresti gentilmente riscontrarmi la cosa?
    francesco

    RispondiElimina
  16. baldassi francesco31 gennaio 2011 12:02

    carissima Krilu, il commento irreperibile s'è semplicemente volatilizzato perché non ho cliccato, alla fine, 'Posta commento'.
    Te ne chiedo scusa.

    Ancora una volta constato che, per chi ama ed è dentro la poesia, sovrabbonda sempre l'ammirazione e la gratitudine.
    La mia esperienza, in tal senso, mi induce ad una predilezione profonda per il poeta approcciato, se non altro per la devozione e l'amore per la vita che suscita la poesia autentica.
    Tale sorta di poesia esalta l'umanità del poeta e promuove nello spirito del lettore una luce che, in qualche modo, prelude al sacro e alla silenziosa voce di Dio, al suo Verbo, anche quando il clima poetico espresso, sembra ancora legato al profano,ed alla severità dell'esistenza terrena.
    In questo caso, l'esperienza estetica, si traduce in un sorso di illuminazione che trascende, il dato concreto, empirico, storico, esistenziale al quale siamo legati.
    Ecco perché prediligo i poeti e sono loro grato: semplicemente li amo e cerco di fruire al meglio della loro opera.
    Questa condizione l'ho riscontrata nella tua poesia e in quella del tuo gruppo di lavoro. Quindi l'elogio espresso per essa poesia, trasporta con sé il segno dell'autenticità e della gratitudine.
    Personalmente, per sortire questo esito, m'adopero attorno alla mia testimonianza poetica, con la speranza che nel lettore possa germogliare e/o svilupparsi e/o consolidarsi sempre di più la meraviglia per l'esistenza,l'amore per la vita e la gratitudine per il dono, che ci è stato dato, di poter amare sempre di più.

    Un caro saluto e ringraziamento a te ed a tutti i lettori che hanno avuto la pazienza di leggermi.
    francesco

    RispondiElimina

Vi prego di scusarmi se non sempre riuscirò a rispondervi e Vi ringrazio fin d'ora per la gradita visita e per i commenti che vorrete eventualmente lasciarmi.